Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Il sito é impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies. Il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto Continua.

Creare è facile e divertente con il découpage

La parola “découpage” deriva dal francese découper, “ritagliare” e indica l’uso di figure di carta ritagliate e incollate per decorare superfici di vario tipo: un hobby appassionante, a cui dedicarsi da soli o in compagnia, per creare oggetti o per dare nuova vita a elementi  d’arredo ormai vetusti.

Attrezzatura utile Oltre a figure di carta, l’attrezzatura necessaria per il découpage è varia, ma di facile reperibilità e uso; i prodotti sono in genere atossici  (a base  di acqua).

● Per il taglio della carta sono indispensabili forbici e forbicine da découpage (con lame corte e appuntite); diventando esperti si possono utilizzare anche  bisturi e cutter a lama roteante a 360° (in questi  casi si lavora su appositi tappetini di materiale  rigenerante).

● Di pennelli  ne esistono di svariate  misure e tipologie: piatti per la colla e la preparazione dei fondi, a goccia grandi e piccoli per il colore, sottili per finiture, a spugna (anche detti pennelli tampone) per pressare il ritaglio incollandolo, eliminando grinze e la colla in eccesso. Allo stesso scopo vengono utilizzati anche rulli di gommapiuma di varie dimensioni.

● Per l’incollaggio si ricorre alla colla vinilica (pura o diluita con acqua) o alla colla per découpage, pronta all’uso e perfettamente trasparente una volta asciutta. Per la carta velo e i tovaglioli di carta è bene impiegare la colla a velo, molto adesiva e che non lascia alcuna traccia dopo l’asciugatura.

● Non fatevi mancare colori acrilici per preparare i fondi su cui applicare i ritagli di carta e per rifinire la decorazione; cementite, primer o gesso  diluito (prodotti aggrappanti, utili cioè a far aderire i colori sulla superficie da decorare); vernici di finitura (lucida o opaca,  spray o liquida). Inoltre: carta vetrata, matite e squadre, piattini di plastica, ciotole per colla e colori, nastro  di carta adesiva, spugna naturale  e stracci (per la preparazione di fondi), guanti in lattice.

La tecnica base

Imparare a decorare con il découpage è facile: potete provarci da soli consultando materiale  informativo dedicato all’argomento oppure frequentare uno dei molti corsi aperti al pubblico (spesso organizzati anche nei punti vendita dei prodotti per decorazione). Sempre utile è poi scambiare esperienze e dubbi con altri appassionati della tecnica.

● Scegliete l’oggetto o l’elemento d’arredo su cui predisporre la decorazione. Le prime volte preferite oggetti semplici, poco impegnativi. 

La carta per il découpage

In passato si usavano ritagli recuperati  da carte regalo, pagine di giornale  ecc. Oggi si ricorre a carte appositamente prodotte per questo  scopo, resistenti,  sottili  e che rispondono bene all’uso della colla. Vediamo quali sono i principali tipi in commercio.

• Le carte tradizionali per découpage sono caratterizzate da svariati decori ben separati  tra  di loro, quindi facili da ritagliare. La scelta è ampia per tema e stile del decoro, che può essere in bianco e nero o a colori.

• Le carte  velo sono più leggere delle precedenti (una volta incollate sul supporto  non formano “scalini”).

• Molto utilizzati per il découpage sono poi i tovaglioli di carta: di materiale  leggero, che si adatta  a qualsiasi superficie (anche curva o concava) integrandosi completamente con  essa.  Alla facilità di applicazione abbinano la possibilità di isolare le figure tramite  strappo (seppure operato  con cura) evitando così la fase del ritaglio.

• Tra le ultime arrivate  ci sono le carte per decori tridimensionali, che prevedono la ripetizione  di alcune parti dell’immagine prescelta, così che sovrapponendole (anche grazie all’impiego di una particolare  gomma mastice) ne risulti un effetto  a rilievo.

Potete decorare la superficie solo pulita o predisporla levigandola  e applicando un colore o un disegno.

● Selezionate il decoro di carta e ritagliatelo con cura, prima usando le forbici grandi lungo il contorno, poi rifinendo (anche le parti interne) con quelle piccole a lama appuntita. Le figure di carta velo e da tovagliolo di carta si strappano delicatamente con le mani lungo i bordi del disegno: la carta che rimarrà nel contorno diverrà completamente invisibile una volta incollata sulla superficie del supporto.

● Prima di procedere all’incollaggio, i ritagli di carta tradizionale vanno lasciati  a bagno in acqua per 30 secondi, quindi tamponati delicatamente con carta da cucina assorbente e fatti asciugare (la procedura  non serve per la carta velo e i tovaglioli di carta). Così facendo avrete ammorbidito  la carta, agevolando il successivo incollaggio.

● A seconda della dimensione del decoro e del supporto si procede  distribuendo la colla su quest’ultimo o solo sul retro del decoro, quindi si posiziona  il ritaglio e lo si fa aderire perfettamente, usando un pennello spugna o un rullo in gommapiuma per eliminare grinze e pieghe. Il ritaglio andrà poi ricoperto con uno strato di colla distribuita a pennello. Se compaiono  bolle, eliminatele  lavorando delicatamente con il pennello spugna.

Il decoro da tovagliolo 

si applica direttamente sulla superficie e poi lo si ricopre con la colla a velo, facendola ben penetrare attraverso la trama della carta.

● Attendete  un’ora perché la colla asciughi, quindi per proteggere la decorazione, distribuite della vernice di finitura (opaca o lucida) su tutta la superficie decorata. Distribuite più mani sino a che la superficie non risulterà liscia e senza alcuno “scalino”.

Cosa decorare

Il découpage viene soprattutto utilizzato  per rinnovare l’arredo di casa (una cassapanca, un tavolo, ma anche vassoi, specchiere, quaderni ecc.). Per chi è alle prime  armi  è però  consigliabile  fare pratica  decorando i diversi oggetti in materiale grezzo appositamente  commercializzati: ve ne sono per tutti i gusti,

di legno già levigato, MDF (materiale  prodotto  dagli scarti  del legno), metallo, cartoncino  indeformabile, resina sintetica, ceramica.  Tali oggetti  non necessitano di alcuna preparazione prima dell’applicazione del decoro, proprio  perché prodotti appositamente allo scopo: fa eccezione una stesura  di primer, prodotto aggrappante, che può rendere maggiormente duratura nel tempo l’eventuale applicazione di un colore di fondo.

Contatti

FLOVER S.r.l.
Sede legale: Via Pastrengo, 14
37012 Bussolengo
Verona
Italia

Capitale sociale € 10.845,60 i.v
Numero REA - VR - 218289
Codice Fiscale 02109450235
Partita Iva IT 02109450235

info@flover.it

floversrl@floverpec.it

Iscrizione alla newsletter

Garden Team

Associazione Italiana Centri Giardinaggio