Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Il sito é impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies. Il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto Continua.

Gli arbusti per il giardino

L’arbusto è una forma vegetale con rami legnosi, fondamentale per l’allestimento di giardini e terrazzi.

La gamma di specie e varietà ornamentali è vastissima e non si presta solo a funzioni ornamentali,  difensive (siepi), protettive (contro il vento e la salsedine) e naturalistiche (per attirare e ospitare api, farfalle, piccola fauna utile).

Il fogliame

• Gli arbusti  sempreverdi, che possiedono fogliame con tonalità  di verde differenti e anche variegato, sono utili dove si desidera una decorazione stabile o una siepe  compatta. Aucuba, Berberis, bosso, camelia, eleagno,  evonimo, lauroceraso, ligustro, piracanta e pittosforo sono solo alcune fra le tante scelte possibili.

• Le specie  caducifoglie, che quindi perdono le foglie in inverno, offrono il vantaggio di evidenziare le stagioni con il loro mutamenti (anche grazie alle colorazioni autunnali del fogliame). Tra questi ricordiamo amamelide e Amelanchier, gli aceri nani giapponesi, le molte varietà di Cornus (i cui rami assumono splendide colorazioni rosso fuoco) e alcuni viburni.

Le fioriture

Ai classici arbusti  da fiore di primavera (biancospino, forsizia, lillà, rododendri e azalee…) seguono quelli tardo-primaverili: Buddleja, Kerria, ginestre,  spirea, ortensie  e naturalmente le rose. In autunno sboccia la camelia sasanqua e molti arbusti,  come il Cotoneaster e l’Ilex, si coprono di bacche  rosse. In inverno colorano il giardino i fiori di Mahonia, lentaggine  e osmanto.

La  dimensione Alcuni arbusti  di grande  taglia, come per esempio maggiociondolo, lillà, sambuco e sorbo, possono essere mantenuti bassi con periodiche potature ma, lasciati liberi, diventano piccoli alberi. Esistono comunque anche forme arbustive  basse e compatte, per tappezzare il suolo con effetti gradevoli: iperico, lavanda,  rosmarino, santolina e timo sono solo alcuni esempi  fra i tanti a disposizione per ogni clima e terreno.

Come  piantare gli arbusti

Gli esemplari acquistati  in vaso possono essere messi a dimora in qualunque  periodo dell’anno con esclusione solo dei 2-3 mesi in cui le gelate  sono all’ordine del giorno. La buca  di piantagione va preparata  per tempo, disponendo sul fondo, se necessario, uno strato  drenante  di argilla espansa coperto da un po’ di terriccio arricchito con sostanza organica (letame in polvere o pellet) o un terriccio specifico, normalmente già premiscelato con concimi adatti  al trapianto.  Dopo aver  collocato  l’esemplare, si colma la buca con il terriccio  rimosso, facendo attenzione a non lasciare vuoti tra le radici. L’operazione si conclude con un’innaffiatura  (abbondante in estate,  meno se il trapianto è fatto in autunno-inverno).

Contatti

FLOVER S.r.l.
Sede legale: Via Pastrengo, 14
37012 Bussolengo
Verona
Italia

Capitale sociale € 10.845,60 i.v
Numero REA - VR - 218289
Codice Fiscale 02109450235
Partita Iva IT 02109450235

info@flover.it

floversrl@floverpec.it

Iscrizione alla newsletter

Garden Team

Associazione Italiana Centri Giardinaggio